Grappolo di storia - mercoledì 6 maggio 2015


Grappolo antico, uva eterna, vigneti pieni di storia. Così si presenta il Piedirosso, con questo bagaglio alle spalle ambizioso di grandezza ma con animo leggiadro. Nel colore come nei profumi, delicati e allo stesso tempo decisi, marcatori del tempo e del territorio: sentori terreni e delicati ma anche acri, animali. A tavola versatile, tra piatti di terra campestre o tradizionali napoletani, ma soprattutto di mare, come baccalà e zuppe di pesce. Il Piedirosso è questo, espressione vitivinicola del territorio flegreo: leggiadro ma non leggero, serio ma non serioso, di nervo ma non nervoso. Come il suo popolo, come la sua gente, che allo stesso modo si rivedono nell’uva di Napoli e dintorni, “o’ Per e' palumm”.